Artista di levatura internazionale, Carin Grudda nasce nel 1953 a Gudensberg vicino a Kassel (Germania ovest). I suoi soggetti si identificano in “giochi” e “strutture giocose”; i suoi lavori si basano su “tracce” e  “sensazioni” (Spur e spüren). Dipinge su superfici di legno di oggetti trovati in precedenza, con una propria storia, che cambia e assembla aggiungendone altrettanti e differenti.  Realizza numerose sculture in bronzo i cui soggetti variano dalle serie naturalistiche di piccole lumache a monumentali Blau-Miau. In seguito decide di trasferirsi in Liguria dove tuttora vive. Conosce e collabora con grandi artisti come Daniel Spoerri, Luciano Castello, Nunzio, Arman e Tommaso Cascella. Il percorso artistico di Carin Grudda ottiene un prestigioso riconoscimento e apprezzamento internazionale con la selezione per la LIV Biennale di Venezia nel 2011.

www.carin-grudda.net